Search

LA PRIMA COSA BELLA

74

Un fiocco rossoblù. Un fiocco appeso fuori dal cancello dello stadio Alfredo D’Albertas. Un parto lungo 15 mesi, ma fortunatamente andato a buon fine. Il nuovo D’Albertas è nato: bello, capiente e pronto ad ospitare il calcio professionistico. Lo ha fatto per la prima volta domenica 15 settembre. Gozzano-Giana è finita 1 a 1 e ha riscritto a suo modo la storia del calcio nel Cusio, una terra immersa tra lago (quello d’Orta) e monti. Il Gozzano da due anni milita in un campionato che fino a 10 anni fa faceva perfino fatica a nominare. Gioca in Serie C. L’anno scorso si è salvato con Antonio Soda in panchina, quest’anno proverà a ripetersi con David Sassarini e con un Vitor Barreto in più (sì, proprio l’ex attaccante di Bari e Torino, 136 presenze in Serie A contraddistinte da 29 gol).

Arrivare in C per il Gozzano non è stato facile, ma è stato possibile grazie ad una persona: Alberto Allesina. Imprenditore lungimirante, appassionato di calcio, innamorato della squadra del suo paese, Alberto ha investito soldi e tempo in un progetto meravigliosamente complicato. A distanza di anni si può dire che ce l’ha fatta. È riuscito a costruire una squadra capace di arrampicarsi fino alla vetta del professionismo. È riuscito, inoltre, a far giocare questa squadra a casa sua, nella tana del D’Albertas.

Purtroppo, domenica con la Giana Allesina non era presente in tribuna. Una crudele malattia lo ha portato via in estate, ma da lassù avrà sicuramente fatto il tifo per i suoi ragazzi, specialmente per uno, il capitano Samuele Emiliano. La bandiera del Gozzano (104 apparizioni in rossoblù) voleva fortemente onorare il proprio patron e non ha deluso, siglando il momentaneo 1 a 0. La vittoria non è arrivata, ma poco cambia. Il Gozzano è tornato a casa. Il fiocco rossoblù ha riempito d’orgoglio un intero territorio e c’è da scommettere che avrà fatto commuovere Allesina, che con Emiliano dividerà per sempre il primo storico gol in Serie C al D’Albertas.

Andrea Calderoni




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.